Scoprire l’Alto Adige Rotating Header Image

Val d’Ultimo: Fiechter Alm

Ecco un’escursione adattissima alle famiglie. Ambiente molto suggestivo, sentiero tipo autostrada, una specie di arca di Noè in alta montagna e freddissime acque cristalline. Confesso che era parecchio tempo che non rimanevo così impressionato da una gita in montagna. Da parecchi anni non andavo in Val d’Ultimo e vista la splendida giornata convinco la prole ad affrontare qualche fatica dei sentieri di montagna. Dopo circa un’ora e mezza di viaggio arriviamo a Fontanabianca (Weißbrunn), parcheggio a pagamento (5 Euro) e via ad ammirare il piccolo lago artificiale della centrale elettrica. Acqua gelida, ma cristallina. Qualche turista pazzo osa fare il bagno, pochi secondi e poi fuori a scaldarsi al sole. Non conosco bene la zona, intravedo una carrozza che attende di partire verso la Fiechter Alm. Se ci arriva una carrozza, sarà sicuramente un percorso abbastanza semplice. Ci incamminiamo lungo il sentiero-autostrada. Il primo tratto corre lungo il laghetto, poi improvvisamente si scende un po’. Ma perché? Poi si intravede un cartello che invita l’escursionista ad accorciare il percorso per raggiungere la malga. 25 minuti contro 45. Optiamo per la scorciatoia, che si addentra in ripida salita nel bosco. Saliamo convinti compresi i bambini. Il pendio richiede qualche sforzo, ma a tempo di record raggiungiamo la piccola malga che dai suoi 2034 metri guarda i monti al confine tra la Val d’Ultimo e la Val Martello.

Ci sediamo stanchi e ci buttiamo sul cibo. Scelgo un “banale” pollo allo spiedo che si rivela squisito. La prole si butta sui classici canederli, mentre la moglie non sa resistere agli gnocchi di ortica. La malga vende anche i propri formaggi rigorosamente di capra. Ed in effetti accanto alla malga una mandria di capre si crogiola al sole, proprio sotto una croce. Una scena da cartolina. Due piccoli e tenerissimi vitellini si riposano brucando l’erba. Ed ecco spuntare un paio di asini. Socievolissimi e simpaticissimi. Facciamo un paio di foto di rito, sfuggiamo al tentativo di un asino di aprire lo zaino e cominciamo la discesa lungo il sentiero “ufficiale”. La discesa procede lenta, mentre godiamo di un panorama molto esaltante. Forse mi sbaglio ma mi sembra di vedere l’Orecchia di Lepre sulla cui cima ero arrivato parecchi anni fa. Dopo circa 30-40 minuti ritorniamo al parcheggio e ci sdraiamo sulla riva del laghetto. Dopo un’oretta di relax ripartiamo alla volta di casa, ma giunti a Santa Gertrude (Sankt Getraud) ci fermiamo ad ammirare i masi. Tutti in legno con dei balconi fioriti mozzafiato. Sicuramente i masi più affascinanti di tutta la provincia di Bolzano. A malincuore si risale in macchina e riaffrontiamo le curve che ci portano a Lana e da lì a casa.

Una fantastica escursione da fare con i bambini.

1 Comment on “Val d’Ultimo: Fiechter Alm”

  1. #1 Ultimo
    on Sep 4th, 2007 at 10:03 am

    Si! Veramente una fantastica escursione. Ho fatto la settimana scorsa,anche i bimbi erano felice con questa escursione

Leave a Comment